Stile di vita · woman world

Hygge: le regole per una casa calda e felice, anche a Gennaio!

Gennaio, il mese senza senso: non è Natale, non è capodanno, non è l’inizio della stagione, ne la fine. E’ semplicemente un lungo e freddo mese. Allora facciamolo diventare Hygge!

Spesso i miei ospiti, appena entrano in casa mia, mi fanno i complimenti per il senso di “casa” e familiarità che essa sprigiona! E’ un aspetto a cui tengo moltissimo e a cui lavoro quasi quotidianamente, per farla essere costantemente hygge!

Ma cosa significa hygge? Credo che quasi tutte voi ne hanno già sentito parlare, ma per chi ancora non si è imbattuto in questo termine, per hygge si intende uno stile di vita, ispirato al nord Europa, che cerca di scaldare e vivere intimamente ogni  giornata, specialmente quelli più fredde e buie. In Danimarca e nei paesi del Nord Europa, infatti, il lungo periodo di freddo spinge le persone a ritrovarsi spesso a chiacchierare e condividere momenti autentici in case accoglienti e calde.

“Cercare calore e comodità in casa quando fuori è buio e freddo è per me l’epitome dell’Hygge. La cosa più hyggeling per me, è sentire imperversare la furia degli elementi e sapere di poterla chiudere fuori, per poi accendere il caminetto dando luce e calore alla mia famiglia.”

La filosofia hygge si può declinare in ogni aspetto della vita e non riguarda ovviamente solamente l’inverno! Tuttavia questa settimana voglio parlarvene in relazione all’arredamento delle nostre case. Tolto l’albero di Natale e tutti i decori natalizi, le nostre dimore possono sembrare quantomai spoglie e fredde. Ecco allora alcuni consigli* per renderle più hygge!

(*liberamente ispirati a “Il metodo danese per vivere felici“)

“L’hygge è strettamente legato alla sensazione di sicurezza e si genera quando la persona che sta dietro all’arredamento è completamente a proprio agio con le proprie scelte, ma allo stesso tempo non teme di decorare in modo intuitivo e di sperimentare con nuovi oggetti o nuove idee”

Prima grande regola di un arredamento hygge è quindi la SINCERITA’. Vediamo sui social migliaia di immagini bellissime e ispiranti, ma se non rispecchiano il nostro carattere e le nostre passioni non sono hygge per noi. L’arredamento hygge è visto come una cornice che circonda la vita degli abitanti, le loro scelte e le loro passioni. Per cui se avete la passione per la cucina ovviamente la parte più curata sarà proprio questa stanza e tutto ciò che gli è attinente. Chi arriverà in casa nostra dovrà entrare nella nostra vita e il messaggio che la casa da deve aiutare in questa direzione.

Seconda regola è l’UTILITA‘. Gli oggetti sono pensati e progettati per essere usati e non messi lì e non toccati mai! E’ il calore e la familiarità che rende tutto hygge.

Terza regola è il CALORE. Scegliere componenti, materiali e sopratutto colori che stimolano il relax e la voglia di stare a casa. Non utilizzare colori e forme troppo forti e moderne di cui potresti stancarti facilmente! Se scegli l’hygge scegli la quotidianità!

Già imparare a lasciarsi guidare da queste tre regole aiuta a rendere la casa molto accogliente e hygge! Nel prossimo post che ho in programma di fare andrò più nel dettaglio sui vari luoghi della casa.

Per ora alleniamoci ad aprire il cuore e il portone ai nostri amici!

“Quando rifletti accuratamente su come e perchè hai scelto di circondarti di un particolare tipo di arredamento, oggetti, opere d’arte, fiori, soprammobili, tende – qualsiasi cosa – potrai rilassarti e i tuoi ospiti ti vedranno e conosceranno per come sei davvero