Stile di vita

Quando non sai bene dove andare

ff11191d6dbc2126821020d9d699a3e5

Io credo che l’onda sia l’immagine più azzeccata per descrivere la vita. Guardi l’orizzonte nel momento in cui tutto sembra calmo e piatto. Ad un tratto, un movimento sottomarino fa alzare l’acqua, e tu vedi, in lontananza, che cresce qualcosa, distante ma veloce, e viene verso di te. Capisci piano piano che è un’onda, ma non ne puoi misurare la grandezza ne l’intensità.

59528289d2bf3bf04aa9ffc0f937c2e7

La decisione è la tua: sperare che sia una piccola onda, da saltare ed evitare, oppure accucciarti e aspettare che arrivi, cosicché, grande o grossa che sia, ti prenda in pieno, magari di destabilizzi anche un po’, facendoti per un attimo perdere l’equilibrio – cosa che, se l’onda non è poi troppo grande, è anche divertente – ma che poi, come tutte le onde, ti passi oltre. Sto anche iniziando a pensare che, al momento dell’urto, sia molto più interessante godersi la forza dell’acqua sul mio corpo, sentire le gocce di sale sulle labbra, sorridere al modo sempre diverso in cui l’impatto avviene, godersela, insomma, invece che chiudersi in apnea sperando che tutto passi in fretta. Infondo è pur vita anche quella.

Tu rimani lì, ferma, occhi fissi sull’orizzonte piatto, sapendo che prima o poi ne arriverà un’altra.

5507e39a35eee64ac6bd51a274da324c

 

Il mio obiettivo è l’orizzonte. Visualizzarlo a volte è complicato. Non so mai se sto guardando l’orizzonte giusto e il mio timore è che io sprechi energie nell’affrontare le onde sbagliate. Non mi sono mai posta la domanda: qual è il mio orizzonte? e forse è giunto il momento di farsela.

saroccaorizzonte01