Viaggi

TRAVEL Weekend alle Isole Tremiti 2017: il programma!

Quando questo articolo uscirà spero vivamente di essere già sulla principale delle Isole Tremiti in costume e ciabatte!

Già quest’anno niente super vacanza per noi, ma brevi break in giro per l’Italia!

Io e mio marito abbiamo scelto di ritornare su questo favoloso arcipelago al largo delle coste della Puglia che otto anni fa, durante un tour on the road di 8 giorni, ci ha fatto innamorare. La motivazione principale è che, essendo tre isole piccolissime e molto vicine, un weekend lungo è più che sufficiente per poterne godere a pieno!

Anzi, molti dei nostri amici ci hanno messo in guarda dalla possibile noia, eppure siamo sicuri che tre giorni possano essere il tempo giusto….se ovviamente si sa cosa fare!

Come per la Provenza, voglio scrivere un post con il programma di questo viaggio, con le aspettative che ci portiamo dietro. Il bello poi è scriverne il resoconto e vedere quali di queste sono state confermate e quali no!

Il programma principale, fondamentale di questi tre giorni, è racchiuso in una parola: snorkeling!

Infatti quando otto anni fa siamo stati su San Domino una giornata, la cosa più bella è stata quella di immergersi a pelo dell’acqua e scoprire le meraviglie colorate che si celano fra gli scogli!

Lo snorkeling poi, a differenza delle immersioni vere e proprie, è accessibile davvero a tutti – tranne a chi dentro l’acqua non ci mette neanche un piede. Serve una maschera e uno boccaio e per certi versi si potrebbe praticare anche accucciati e saldi su uno scoglio. Basta solo mettere la testa sotto l’acqua!

Noi, per star tranquilli, questa volta ci siamo anche presi delle scarpette da scoglio e una magliettina isolante per le immersioni – la trovate a poco prezzo al Decathlon.

Esagero se dico che forse vale la pena praticamente solo per quello?

Per cui, dedicare tre giorni a scoprire tutte le calette, le grotte e i fondali vicino alla costa delle tre isole credo sia un tempo ben speso!

La partenza è prevista alla buon ora per arrivare a Termoli e imbarcarci verso le 9,00.

Già vi dico che su questo sito traghettilines.it potete trovare tutti gli orari delle due compagnie principali che collegano le Tremiti, sia da Termoli che da Peschici o Vieste. Sulle Tremiti non è possibile portare un’automobile.

L’hotel che abbiamo “scelto” – è virgolettato perchè la scelta è stata tra poche possibilità e dettata principalmente dal prezzo –  è l’hotel Waikiki. La buona notizia è che è praticamente sulla piazza centrale di San Domino, quindi la sera non siamo proprio isolati. Altro giudizio positivo che abbiamo letto è la gentilezza del personale, già testata in un paio di telefonate preventive.

Forse la cosa che mi preoccupa un po’ è le condizioni dell’hotel che da quanto ho letto dovrebbe essere un po’ vecchiotto. Per carità, l’hotel serve per dormire, però ammetto che ho l’occhio un po’ viziato.

Il programma questa volta non è super dettagliato, ma ha solo alcuni punti fermi da adattare al momento:

1 – visitare tutta l’isola di San Domino e tutte le calette che ci sono!

2 – visitare anche Capraia e il Cretaccio e la loro costa. Se possibile magari, raggiungerli in canoa.

3 – Visitare anche San Nicola, con la chiesa e il castello

4 – vedere il tramonto panoramico da uno scoglio dell’isola, dopo una bella giornata di mare

5 – fare un aperitivo in centro e vivere la movida dell’isola – se c’è!

Partiremo con una scorta di cibo per tre pasti al sacco, avremo un trolley e due zaini.

Per ricavare qualche informazione in più, vi lascio questi siti sulle Isole con abbastanza informazioni:

lecinqueisole.it

tremiti.eu

gargano.it

ammetto che me ne aspettavo qualcuna di più, sopratutto sui prezzi dei noleggi attrezzature.

Ovviamente se qualcuno ha dei suggerimenti o delle dritte, lasciatemele scritte pure nei commenti!

Ci risentiamo al mio ritorno con il racconto e le foto, ma intanto sui social potrete seguire giorno per giorno la vacanza!

Buon weekend!

Cate